leReceVeloci: Tomb Raider

Recensione di Tomb Raider per chi non ha tempo.

TR1

Il nono titolo della saga di Tomb Raider è uno splendido re-boot.
Gli sviluppatori di Crystal Dynamics riconcepiscono da zero il personaggio di Lara Croft.
La giovane archeologa in questo gioco appare molto più umana e decisamente più verosimile rispetto alla femme fatale dei precedenti titoli, pur mantenendone l’indubbio carisma.

tomb-raider-2013-new-screenshot-646x325

La spedizione di cui fa parte Lara Croft naufraga su un’isola nel Triangolo del Drago, una ipotetica località vicina geograficamente alla Cina e nota per le forti turbolenze atmosferiche.

Quella che inizialmente doveva essere una spedizione archeologica, diventa una missione di sopravvivenza con lo scopo ultimo di riportare la squadra a casa.

Durante l’avventura sull’isola, ci si rende conto che è proprio l’isola la seconda protagonista del gioco. I repentini cambiamenti climatici e le terribili tempeste sembrano avere una ragione sovrannaturale. Pericolose tribù di sanguinari assassini, basi scientifiche risalenti alla seconda guerra mondiale e misteriosi sciamani che cercano di riportare in auge antichi riti, completano un cocktail esplosivo, dal sapore a metà tra Indiana Jones e Lost.

tomb-raider-2013-gameplay-screenshot

Il ritmo con cui viene scandita la vicenda, si mantiene alta durante tutta la narrazione, con un’alternanza ben calibrata fra momenti di esplorazione, cinematiche fortemente dinamiche ed interattive, e sezioni dal gusto squisitamente cinematografico.

L’intera esperienza di gioco ruota attorno all’istinto di sopravvivenza di Lara, un’ottima intuizione degli sviluppatori, che rende sempre chiaro quel che si deve fare. Attraverso la pressione di un tasto, vengono evidenziati oggetti chiave ed obbiettivi. Una chiara semplificazione del gameplay, inserita tuttavia in maniera eccellente e non intrusiva.

Tomb_raider_2013_fan_made_wallpaper_2_by_mikky100-d520l5m

Le scene di combattimento presentano un’eccellente gestione dei ripari, probabilmente una delle migliori implementazioni di questa caratteristica in un videogioco. Combattimenti frenetici, divertenti e vari, spesso risolvibili attraverso diversi approcci, dallo quello stealth a quello più propriamente action.

Gli enigmi presenti nel gioco sono semplici, ma non banali, e contribuiscono a rendere estremamente varia la narrazione.

Un peculiare sistema di crescita di Lara, che la porterà da semplice archeologa a temibile eroina, stimola l’esplorazione della splendida Isola.

Graficamente Tomb Raider appare come un gioco eccellente, sia tecnicamente, sia nella scelta del design di luoghi e personaggi.
Una colonna sonora semplicemente fantastica, aumenta il grado di immersione del titolo, che si attesta su livelli altissimi.

Tomb_raider_2013_night_concept_art-wide

In poche parole. Tomb Raider è il trionfo del gioco action, una pietra miliare nella saga della splendida Lara Croft.

In una parola. Mozzafiato.

Annunci

Una risposta a “leReceVeloci: Tomb Raider

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...